Artista di strada poliedrico, nasce prima come scrittore e poi diventa cantautore, Giovanni Giancaspro, o Gio Evan, ribattezzato così da un suo maestro sciamano in uno dei suoi viaggi in Argentina, torna il 15 maggio con il nuovo singolo “Regali fatti a mano“, che accompagna l’uscita del suo inedito libro di poesie “Se c’è un posto bello sei te“.

Anche qui, come ho scritto nei miei scorsi articoli, ci troviamo con una canzone che ci ricorda di quanto sia importante amare le piccole cose che la vita quotidiana ci dona. Io stessa non conoscevo questo artista e sono rimasta profondamente colpita dalla sua storia e dalle sue infinite esperienze.

Gio Evan ci propone questo singolo e ci suggerisce di ascoltarlo come un vero mantra, per ricordare quei momenti preziosi di vita che neanche il tempo potrà portarci via, come il Natale in famiglia, o la pasta fatta in casa con la nonna. Regali fatti a mano, come ha dichiarato lo stesso Gio, è un ricordo e i ricordi sono interminabili, vibrano di spirito proprio, aleggiano nei tempi della perennità, nessun orologio potrà mai fermare il tempo di chi ha sublimato il secondo per dedicarsi al ritmo dell’essere ora.

Poesia, quindi, che si corona di musica, e il tutto raggiunge la perfezione.
Grazie Gio. Un altro artista che, questa volta, insieme alla pura poesia, ci ricorda che la cosa più bella e importante è l’essere vivi e, soprattutto, ora.

Ho voluto cantare questa canzone bellissima al mio Live Buona la prima, qua di seguito il video, e ancora sotto il testo. Se vi piace mettete un like e iscrivetevi al canale.

GIO EVAN REGALI FATTI A MANO TESTO

Lo so
che non è semplice
cogliere sempre il momento
la verità vien scherzando
ed io son vero se ridi

Lo so
che non è facile
fare finta di niente
quando si prova di tutto
ed ecco cosa voglio che resti
i tortellini di nonna
Natale fatto a casa
la coperta sul divano
e i regali fatti a mano
e fare sogni in grande
fra queste piccole cose
fra queste piccole cose

Come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori tempo è bello
ma dentro casa di più”
come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori tempo è bello
ma dentro casa di più”

Proteggi queste piccole cose
il computer su di me
scegliere il film in un anno
per poi baciarti la notte
e non vedere la fine
ritagliarmi uno spazio
per guardarti negli occhi
portarti via da quei posti
dove non stai più bene
e dove non sto più bene

Ed ecco cosa voglio che resti
fare tardi alle cene
perchè abbiam fatto l’amore
perchè abbiam fatto l’amore

Come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori tempo è bello
ma dentro casa di più”
come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori tempo è bello
ma dentro casa di più”

Come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori è troppo bello
ma tu sei troppo di più”
come te
che mi guardi e mi dici: “dai
stasera non usciamo
che fuori è troppo bello
ma tu sei troppo di più”

Ed ecco
cosa voglio che resti
io che imparo a ballare
perché seguo i tuoi passi

Ci vediamo al prossimo articolo!!!
Carol <3